in

PostaPosta

Ti ammiro

Forza. Sicuramente “forza” è la parola giusta per descriverti.

Tu, un ragazzo di 18 anni, non molto alto e magro. Fin dalla prima volta in cui ti ho visto non ho potuto fare a meno di notare la tua lentezza nel camminare, il tuo ondeggiamento cadenzato dovuto ad un problema alla gamba destra. Eppure, fin dal primo momento tutto questo mi è sembrato la cosa più naturale del mondo, una semplice caratteristica fisica come può esserlo il colore degli occhi o il timbro della voce. Sono convinta che sia stato tu a fare la differenza, il tuo atteggiamento naturale e spontaneo, il tuo non sentirti a disagio neanche quando tutti sono seduti per terra e tu sei costretto a stare in piedi, la tranquillità con cui racconti alle persone di quell’incidente che ti ha cambiato la vita e che ti ha fatto, a suo modo, rinascere. Ti ammiro.

Ti ammiro per la sicurezza che hai in te stesso, per la lucidità con cui hai saputo guardare a una tragedia da un altro punto di vista, per l’amore che provi nei confronti della vita, che hai lottato per tenere stretta. Ti ammiro per la forza di sorridere sempre. Grazie per avermi fatto riflettere su quelle che sono le cose veramente importanti della vita e per avermi fatto talvolta sorridere delle mie piccole e infondate preoccupazioni quotidiane.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *